Documenti necessari per vendere casa

 

Quali documenti sono necessari per vendere casa?

- Attestato di prestazione energetica (APE)

-  Atto di compravendita immobiliare ( rogito)

-  Planimetria catastale

- Visura ipotecaria

- Attestazioni regolarità dell’immobile

L’Attestato di Prestazione Energetica (APE)

L’Attestato di Prestazione Energetica deve essere redatto prima di mettere in vendita l’immobile in quanto è obbligatorio inserire nell'annuncio di vendita la classe energetica dell'immobile. Per ottenere la certificazione è necessario rivolgersi a un tecnico abilitato il quale dopo aver effettuato il sopralluogo presso l'immobile rilascerà l'attestato che avrà validità per 10 anni.

L’atto di compravendita immobiliare

L’atto di compravendita immobiliare o rogito notarile di acquisto attesta chi è effettivamente il proprietario e indica i dati principali che hanno regolato la compravendita (prezzo, condizioni, identità contraenti), viene redatto dal notaio nel momento in cui avviene il trasferimento della proprietà di un immobile da un soggetto a un altro nell’ambito di una compravendita. Il notaio rilascia sempre una copia dell'atto stipulato quindi il venditore dovrebbe esserne in possesso. Se fosse stato smarrito, lo si può richiedere al notaio che ha stipulato l'atto. Se il notaio non è rintracciabile, la copia dell’atto può essere reperita presso l’archivio notarile di competenza del distretto dove operava il notaio.

Planimetria catastale

La planimetria catastale è la piantina in scala dell' immobile depositata presso il catasto: questa deve essere necessariamente conforme allo stato attuale dell’abitazione che si intende vendere, pena la nullità della compravendita.

Visura ipotecaria dell’immobile

La visura ipotecaria viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate e serve per certificare che sull' immobile non vi siano ipoteche, pignoramenti o decreti ingiuntivi.

Attestazioni che certificano la regolarità dell’immobile

  • Il Permesso di costruire, ovvero l’autorizzazione amministrativa concessa dal Comune che approva la trasformazione del territorio in termini urbanistici ed edilizi. Questo documento ha sostituito la vecchia Concessione Edilizia a partire dal 2001 e dall’emanazione del Testo Unico sull’Edilizia.
  • Il Certificato di abitabilità, rilasciato dal comune nel cui territorio si trova l’immobile in questione con lo scopo di dichiarare il rispetto delle norme relative a sicurezza e igiene dell’abitazione.