Come si compra casa nella società digitale più avanzata del mondo?

L'Estonia, paese dell'Est europeo liberatosi dall'egemonia dell'Unione Sovietica prima, e resosi indipendente dalla Russia poi, oggi è il simbolo del miracolo economico degli anni 2000.

In Estonia la connessione web è un diritto umano, ed è possibile connettersi gratuitamente praticamente dovunque, comprese le campagne e le zone montuose.

Vil Jarluibis, Responsabile del Mise estone, ha dichiarato: "In Estonia oltre 4000 servizi pubblici sono completamente fruibili in rete... basta uno smartphone. Lo scorso anno, più del 96% dei cittadini estoni hanno fatto la dichiarazione dei redditi in 3 minuti e senza muoversi da casa. Qui i ministri dello stato entrano in carica già a 25 anni, e gli amministratori delle principali banche hanno meno di 30 anni."

"Un cittadino Estone può firmare qualsiasi documento, dandogli valore legale, con l'utilizzo della propria firma digitale, ovunque si trovi nel mondo e a qualunque ora del giorno" ha continuato Vil Jarluibis "solo tre pratiche non si possono sbrigare online in Estonia: sposarsi, divorziare, e comprare casa". 

Avete letto bene: nella società umana digitalmente più avanzata del mondo non si può completare una pratica di acquisto immobiliare on-line.

I motivi sono pochi, ma pensati per tenere alta l'attenzione sociale su un argomento delicato, come spiega sempre Jarluibis: "Sui tre temi citati, l'amministrazione pubblica ha pensato che fosse necessario mantenere una procedura che richiedesse la presenza fisica delle parti interessate". Soffermandosi sul tema immobiliare, il timore è relativo al fatto che questa pratica tocchi in modo numericamente elevato i comuni cittadini; si è ritenuto quindi che l'investimento più pesante di una famiglia necessitasse di un procedimento ancora "analogico", per lo meno nella sua fase conclusiva, salvaguardando i rapporti con quelle figure professionali designate a garantire il buon andamento dell'affare.

Vi invito dunque a fare una riflessione ulteriore, soffermandoci su una informazione importante che dobbiamo recepire dall'esperienza estone: se, dove e quando non è possibile vendere o comperare casa on-line, non lo si deve a una mancanza tecnologica, ma a una volontà del legislatore. Vale a dire, cioè, che ad impedirlo è la legge.

In molti paesi del mondo è infatti possibile chiudere una transazione immobiliare completamente on-line già da tempo. Ad esempio in Spagna, paese molto vicino al nostro, è possibile sottoscrivere un mutuo completamente online, attività questa in cui è leader un portale di inserzioni immobiliari noto anche in Italia, ma al quale qui da noi non è concesso seguire tali pratiche. 

Tutto ciò ci ricorda come basti una scelta di politica economica a cambiare le regole del gioco; proprio per questo è necessario che i professionisti di ciascun settore, l'immobiliare in testa, si innovino costantemente, così da poter rispondere in modo sempre più efficace e aggiornato alle esigenze dei consumatori in prima persona. Allo stesso modo i consumatori dovranno desiderare di affidarsi, ancora più di quanto non facciano gia oggi, a dei professionisti abilitati e fisicamente presenti sul proprio territorio, pretendendo di riceverne un servizio completo e professionale.

Solo così sarà possibile spingere gli sviluppatori e investitori di innovazioni tecnologiche e procedurali, a ritenere più vantaggiosa l'offerta di prodotti mirati a migliorare ed amplificare l'operatività del professionista, piuttosto che alimentare l'idea di sostituirlo, scelta questultima che renderebbe il delicato mercato immobiliare troppo veloce e rischioso per il consumatore.

di Luca Boscardelli

Risultati immagini per estonia immobiliare e tecnologia