Ornella Cecchinato Immobiliare Il Giglio - Intervista

Le interviste immobiliari

di Luca Boscardelli

 

L: Bentornati sul Blog per un nuovo importante contributo. Oggi vi presento Ornella Cecchinato di Immobiliare Giglio a Padova. Tutte le tue esperienze professionali sono sempre state di tipo commerciale, giusto Ornella?

 

OC: Ciao Luca. Sì, esatto: sono sul mercato immobiliare di Padova da oltre 20 anni, ma la mia vena commerciale è in funzione da molto prima. Io ho respirato attività commerciali da sempre: stavo seguendo proprio l’attività di famiglia quando un’amica mi disse: “...Mi servirebbe una socia per la mia agenzia immobiliare”. Ho così iniziato a darle una mano ogni tanto... ed eccomi qui.

 

L: Direi che il settore ti è piaciuto, ma la sola vena commerciale è stata sufficiente ad avere successo per 20 anni?

 

OC: Assolutamente no, Luca... ho dovuto formarmi! Oltre alla preparazione per ottenere l’abilitazione, ci sono voluti, e ci vogliono ancora oggi, formazione e aggiornamenti continui. Il lavoro di mediatore necessità di moltissime competenze tecnico/giuridiche perché si possano chiudere delle buone operazioni in sicurezza. L’attitudine commerciale è altrettanto indispensabile, ma quella, a mio parere, è innata.

 

Devo dire che questo è stata la vera sorpresa negativa una volta entrata in modo consolidato nel settore; ho trovato purtroppo “colleghi” poco preparati: difficile pensare che siano tutti abilitati, anzi rimane troppo facile provare ad aprire un’agenzia, e di conseguenza arriva di tutto.

 

L: Il mercato di Padova come si sta muovendo?

 

OC: Il mercato immobiliare qui a Padova è stato abbastanza sostenuto fino a luglio di quest’anno; ora vedo un po’ di rallentamento, ma in generale è buono. È un mercato di famiglie, di studenti, e di turisti, decisamente variegato.

 

L: Il sistema del credito risponde bene alle esigenze dei clienti?

 

OC: Il mutuo è in molti casi necessario per acquistare un immobile, oggi come ieri. Su questo argomento vorrei lasciare un messaggio a chi sta cercando casa: la mia lunga esperienza  mi fa dire che le famiglie che possono sostenere bene un mutuo, riescono ad averlo tranquillamente dalla loro banca, senza ricorrere a mediatori creditizi. Per me questi sono i clienti più sicuri per avviare la stesura di una proposta di acquisto, oltre a chi compera pagando tutto di tasca propria ovviamente.

Chi invece deve ricorrere ad un mediatore creditizio, spesso vuole più di quanto potrebbe permettersi e questo è sempre un azzardo. Non mi piace l’idea di indirizzare le persone a sostenere debiti troppo gravosi. Quindi: se desiderate ottenere un prestito più alto di quanto il vostro istituto bancario sarebbe disposto a darvi, fatevi bene i conti. Se invece vi rivolgete a un mediatore creditizio per ottenere, a cifre più vantaggiose, la stessa cifra che la vostra banca vi avrebbe comunque dato, questo è un altro discorso, ma è una situazione che si verifica raramente.

Questo è un consiglio che mi sento di dare ai lettori di questo articolo.

 

L: Grazie, Ornella! Argomento interessantissimo... un consiglio certamente dettato dall’esperienza.

 

Parliamo ora di www.AgentiImmobiliariAbilitati.it (o #AiA), il più grande elenco pubblicamente consultabile di agenti e agenzie immobiliari certamente abilitate alla mediazione, basato sui registri delle Camere di commercio Italiane. Tu da qualche mese sei un profilo Premium; in questo periodo il tuo profilo ha raccolto quasi 300 visite e in molte di queste hanno cercato i tuoi dati di contatto, cosa pensi del progetto?

 

OC: È  un progetto positivo e utile: se una persona che ha delle esigenze immobiliari desidera confrontarsi con un professionista certamente abilitato, sa che partendo da questo strumento troverà delle figure con delle verifiche alle spalle, quelle camerali.

 

L: Uno degli obiettivi di AiA è mettere in relazione diretta le persone che hanno un’esigenza immobiliare con dei professionisti di “provenienza certa”, e permettere a queste di comunicare tra loro. Del resto, proprio i venditori sono i principali “cercatori” di agenti immobiliari in rete.

 

OC: Infatti, Luca: essere ricercati perché abilitati è un punto differenziante importantissimo. La concorrenza tra colleghi fa parte del gioco, ma trovarsi in concorrenza con tutto il mondo dell’abusivismo di settore è inaccettabile. Questo strumento è pensato proprio per questo, e per questo va sostenuto.

 

Nel marasma di siti web di agenzie che compare quando si cerca nel web “agenti immobiliari”, è difficilissimo decidere chi è interessante da chi non lo è, ed era prima impossibile comprendere velocemente chi è abilitato da chi sta lavorando abusivamente. Come deciderà il consumatore a chi rivolgersi? Come farà  a scegliere? Fino a ieri c'erano solo i portali di annunci, che però pubblicano di tutto e senza verificare la provenienza dei profili; oggi invece con #AiA compaiono nei risultati dei profili che mettono in relazione il nome di un agente immobiliare con la sua abilitazione alla Cciaa, e che poi accompagnano il cliente al profilo agente e poi al sito personale di quell’agenzia, è importantissimo.

 

Un punto importante è anche che molti portali di inserzioni finiscono per dire al consumatore: “Sono io che ti trovo la casa”, mentre dietro c’è tutto il lavoro delle agenzie che fanno ricerca, acquisiscono gli immobili, fanno le verifiche del caso e le valutazioni, li propongono ecc. Su questa piattaforma invece sono gli agenti immobiliari a parlare, e #AiA non potrà mai dire “Immobiliare Giglio di Ornella Cecchinato è di #AiA”... è un rapporto comunicativo completamente diverso, molto più  trasparente.

 

L: Spunti davvero interessanti Ornella, ti ringrazio per i le tue parole.

Ti saluto per e ti ringrazio per il tuo intervento prezioso, a presto.

 

OC: Grazie a te, Luca, e a Eumedianet per l’impegno profuso in questo progetto. Un saluto anche a tutti i lettori del Blog.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi